Chi è Cristina Bacchi

Mi chiamo Cristina Bacchi e sono nata a Meldola nel 1965 da una famiglia contadina sia da parte di padre, che da parte di madre.

I miei genitori, poi, sono diventati entrambi imprenditori in settori diversi, trasmettendo a me e a mio fratello Claudio il senso della sfida professionale e l’abitudine al lavoro quotidiano.

In adolescenza ho frequentato il mondo Scout, mi sono fidanzata molto giovane e dal matrimonio fra me e Piergiuseppe è nato Michele, che oggi ha 18 anni.

Mi sono diplomata ragioniera nel 1983 ed ho costantemente lavorato all’interno della nostra azienda, occupandomi non solo dell’amministrazione e dell’organizzazione, ma anche della produzione.

Ho sempre avuto una grande passione per la pubblica amministrazione e un amore speciale per la nostra comunità, tanto che, nel 1999, sono stata eletta Consigliere Comunale.

È stata un’esperienza particolarmente formativa e dopo 5 anni, nel 2009, mi è parso naturale corrispondere alla chiamata ricevuta dal candidato Sindaco Gian Luca Zattini, per far parte della squadra che lo sosteneva.

Essendo stata nuovamente eletta in Consiglio Comunale, ho collaborato attivamente con tutti i Consiglieri e gli Assessori scelti dal Sindaco.

I miei interessi e le mie competenze si sono concentrate soprattutto nell’ambito delle politiche culturali ed economiche, nonché nei rapporti con il territorio e le associazioni.

Nel 2014 mi è stato chiesto di ricandidarmi come Consigliere Comunale, sempre a sostegno del Sindaco Zattini, ed ho avuto il grande onore di conseguire oltre 500 preferenze personali espresse dai cittadini: un numero che, come riportato da diversi organi di stampa, rappresenta ad oggi il miglior risultato mai conseguito da un singolo consigliere comunale meldolese, di qualsiasi schieramento, dal 1945 ad oggi.

È una circostanza che ha sicuramente rinnovato il mio entusiasmo, ma non mi sono mai reputata migliore di altri: piuttosto ho considerato questo traguardo come un’enorme responsabilità, cercando di dare il massimo a favore della comunità meldolese, soprattutto dopo che il Sindaco Zattini, che ancora ringrazio, mi ha chiamata a far parte della sua nuova giunta.

Così, dal 2014 in poi, mi sono molto impegnata a favore della comunità di Meldola, insieme agli altri consiglieri ed assessori, amministrando le deleghe alla cultura, alle frazioni, alle attività produttive, al turismo e alle attività sportive.

Oggi, incoraggiata dal consenso e dall’entusiasmo di numerosi cittadini, mi propongo come candidata Sindaco per conto del nuovo movimento “MELDOLA C’E‘”: una lista civica che vede la partecipazione di donne e uomini di diversa estrazione politica e sociale, mossi dall’esclusiva volontà di mettersi a disposizione, per garantire a Meldola un futuro di sviluppo, benessere e coesione.